1

insbr

VERBANIA - 23.10.2019 - Verbania porta Acetati in Austria.

A Innsbruck s'è tenuta l'esposizione dei progetti partecipanti al concorso europeo di architettura Europan al quale Verbania aderisce portando l'ipotesi di recupero dell'area ex Acetati. Sono sedici i progetti pervenuti. Tra questi ne sono stati selezionati sei per l’esposizione austriaca.

Europan è il nome della competizione internazionale riservata ai giovani architetti e urbanisti sotto i 40 anni, finalizzata a premiare progetti su temi presentati dalle città europee e sottoposti al vaglio di giurie internazionali. Nei giorni scorsi la quindicesima edizione del concorso ha celebrato, appunto, a Innsbruck, un convegno sul tema delle “Città produttive”, con il “Forum delle città e delle giurie”. Erano presenti i rappresentanti delle 47 città partecipanti, appartenenti a 12 nazioni europee, e i membri delle giurie internazionali che stanno esaminando gli elaborati pervenuti. Per Verbania c'erano l’assessore all’Urbanistica Giovanni Battista Margaroli, che è intervenuto al confronto con i giurati insieme a Rotterdam, Pays de Dreux e alla svedese Uddevalla; e Vittorio Brignardello, dirigente dei Servizi Territoriali, che ha partecipato a un incontro sul tema della “Policentricità”con i colleghi norvegesi, spagnoli e olandesi. Verbania è una delle due città italiane (l’altra è Laterza) proponenti.

L’incontro di Innsbruck, oltre ad essere un momento di elaborazione e di confronto tra amministratori, urbanisti e architetti su temi importanti per lo sviluppo urbano, aveva lo scopo di mettere a confronto i rappresentanti delle città e i giurati per aiutare questi ultimi a procedere nel processo di valutazione degli elaborati che terminerà il 2 dicembre prossimo con la nomina di uno o più vincitori. 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.