1

serao giovanni

VERBANIA – 23.10.2019 – Via anche il direttore sportivo.

Dopo gli addi -citati in ordine cronologico- del direttore generale Pietro Fassoli e del presidente Elio Del Monaco, un'altra figura di vertice del Verbania lascia. Lunedì sera il ds Giovanni Serao ha rassegnato le dimissioni rimettendo il suo mandato al vicepresidente Andrea Fortis. Quarantadue anni, ex difensore con una lunga carriera da professionista (Padova in A, Verona e Ravenna in B), chiuso col calcio giocato ha iniziato la carriera da dirigente che l'ha portato in estate dal Briga al Verbania. La sua parentesi biancocerchiata è durata meno di quattro mesi e s'è conclusa con una sorta di “no, grazie”. “Ringrazio la società per la fiducia sin qui riposta – dichiara in una nota del club –. E’ stata una esperienza importante ma ho dovuto prendere atto che non avrei potuto fare calcio come è nelle mie corde, nel mio modo di pensare e vivere questo sport. Ho preferito scegliere di non continuare”.

L'addio di Serao, sostitutito ad interim in questo incarico dal neoconsigliere Nicolò Musso, è la conferma della delicata situazione societaria del Verbania, che ha perso i suoi vertici e che non ha ancora un assetto definitivo. Manca un presidente e, pur incassato il rientro -ma non in ruoli operativi- del presidente onorario Luigi Pedretti, il traghettatore è il vicepresidente Fortis.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.