1

piedimulera

PIEDIMULERA - 24-10-2019 - Dovrebbe realizzare

una residenza anziani da 120 posti letto a Piedimulera, la Nuovi orizzonti, la holding delle case di riposo e comunità di recupero i cui vertici sono stati decapitati dalla Guardia di Finanza di Udine per truffa aggravata ai danni di sei Regioni, tra cui il Piemonte. Tra gli otto arrestati anche il fondatore della società friulana, l'imprenditore Massimo Blasoni sequestrati dalle fiamme gialle anche beni per 10 milioni di euro. Secondo gli inquirenti le strutture, comprimendo al massimo i costi del personale, erogavano prestazioni diverse qualitativamente e quantitativamente rispetto a quanto previsto nel contratto. Ciò determinava una minore assistenza col  rischio di pregiudicare il benessere e la salute degli assistiti (anziani e minori).
80 residenze anziani in mezza Italia (una anche nel Novarese ed una nel Vercellese), 10 per i minori con 5600 posti letto e 3mila operatori specializzati. Questi i numeri della società che dovrebbe farsi carico anche della costruzione della casa di riposo di Piedimulera dove il sindaco, intanto, chiede chiarezza, pur non essendo il Comune direttamente coinvolto nella realizzazione. Spiega Alessandro Lana: "Come società provata la Nuovi Orizzonti ci aveva chiesto di sbloccare una piccola parte dell'are a destinazione ospedaliera che nei decenni passati era stata destinata alla costruzione del nuovo ospedale. Essendo l'amministrazione favorevole abbiamo sbloccato la pratica, a quel punto sarebbe dovuta partire la trattativa privata con i proprietari del terreno; dal nostro canto avevamo approvato le opere urbanistiche, come per esempio la strada di accesso, insomma ormai era tutto pronto per cantierare l'opera". La bufera giudiziaria sulla Nuovi Orizzonti, che a Piedimulera avrebbe realizzato 30 posti "convenzionati" con la Regione Piemonte cambierà qualcosa? "Chi può dirlo - aggiunge Lana -. Non so nulla di quello che è successo, so quello che ho potuto leggere dai giornali. E' certo che chiederò approfondimenti e garanzie e un incontro chiarificatore. Pur non essendo direttamente coinvolto il Comune l'immagine di Piedimulera deve rimanere integra e se bisogna partire va fatto con chierezza e trasperenza. Siamo stati senza casa di riposo sino ad ora, e casomai continueremo così. Ma è ancora presto per tutto, la prima cosa è cercare di capire cosa accadrà".

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.