1

filippo cigala fulgosi

ORNAVASSO - 26-10-2019 - Sono gli atti quelli che contano,

su quelli si fanno valutazioni ed eventuali opposizioni. E' in sintesi il pensiero del sindaco di Ornavasso, Filippo Cigala Fulgosi espresso dopo la decisone della Regione sull'assetto ospedaliero del VCO comunicata ieri dal presidente Cirio e dall'assessore Icardi. Che il nuovo ospedale a Ornavasso fosse un'ipotesi ormai tramontata si sapeva da tempo, meno scontata era la "terza via" scelta dall'amministrazione regionale. Ed ora tutto lascia pensare che si aprirà la stagione delle carte bollate.
Scrive il primo cittadino ornavassese:
In molti mi chiedono perché oggi non sia intervenuto in occasione della riunione sulle scelte sanitarie del VCO indetta dalla Regione Piemonte. Nonostante le molte inesattezze dette sul sito di Ornavasso e necessarie per giustificare una collocazione diversa (impossibile infatti che i tecnici regionali che hanno concluso per la sua idoneità lavorandoci tre anni abbiamo cambiato idea in questi tre mesi ...) 25 anni di professione legale e ormai ben 16 anni da amministratore locale mi hanno insegnato che i tempi giusti e le sedi opportune per contrastare decisioni sbagliate sono altre. La pubblica amministrazione agisce solo per atti e su quelli sarà esclusivamente concentrata la mia attività.
Ho sempre detto che sono favorevole ad un ospedale nuovo ed unico dovunque si faccia (perché che che se ne dica Ornavasso è senza dubbio baricentrica e quindi il dove a noi poco ce ne cale) per consentire al VCO di avere una sanità di buon livello a differenza di quella che abbiamo ora e pertanto la soluzione prospettata oggi di costruire un ospedale nuovo in Ossola e di depotenziare quello di Verbania non persegue certo questo obbiettivo.
È una decisione politica che va senza dubbio a discapito dell'area più popolosa della provincia e turisticamente più importante dell'intera regione e chi adesso si appella all'unità tra i nostri territori - perché qualcuno ha pure il coraggio di farlo - è ridicolo e soprattuto fazioso essendo lui stesso la causa della divisione.
Nei prossimi giorni scorreranno fiumi di inchiostro, saranno coniati i soliti slogan demagogici diretti ad ottenere facile consenso e verranno meno (anzi sono già venuti meno) i precedenti cavalli di battaglia contrari alla costruzione di un ospedale nuovo come "è un inutile spreco di denaro pubblico" (n.b. quello spiegato oggi costa come quello di Ornavasso ...) e via dicendo.
Spiace che siano rimaste inascoltate le opinioni dei medici, dei sindacati, delle associazioni degli imprenditori e di tutti quegli amministratori che in questi anni erano riusciti faticosamente a trovare il giusto compromesso tra una sanità di qualità e le aspettative della maggioranza delle nostra popolazione.
Ma, come dicevo, sono solo gli atti della pubblica amministrazione a contare (direi fortunatamente visto il livello politico locale) e su quelli saranno fatte le mie valutazioni e, se del caso, le mie opposizioni.
Il Sindaco

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.