1

Schermata 2022 06 24 alle 14.55.25

{loadposition banner_article_jolly}

PREMOSELLO - 24-06-2022 -- "È stato come vincere un terno al lotto", dicono a Premosello. 249 i progetti presentati dal solo Piemonte al ministero della Cultura per 12 progetti vincenti inclusi nel bando degli investimenti per rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi a rischio spopolamento (fondi del Pnrr). Tra i progetti vincitori quello presentato proprio dall'amministrazione premosellese in partenariato con i Comuni di Beura e Malesco. Il risultato sono 2.560.000 euro (1.800.000 a Premosello, il resto a Beura e Malesco) per un programma di interventi decisamente ambizioso.
"Quando abbiamo letto questo bando abbiamo avuto un sogno che pensavamo calzasse a pennello per noi e così è stato - commenta il gruppo di maggioranza in Comune -. Ci è costato grande fatica e notti insonni ma anche la scoperta di nuovi punti di vista con cui guardare il nostro paese e nuove conoscenze e rapporti personali…ora abbiamo scollinato la prima salita e quello che ci troviamo è una montagna ancora più alta, la realizzazione di questo sogno".
Un ampio piano di recupero di edifici e sapienza, è in sintesi estrema il piano presentato dall'amministrazione guidata da Elio Fovanna. Il recupero dell'ex asilo di Colloro, per diventare in parte ostello, in parte museo (MuBa-Museo della Bio-diversità Alpina) con annessa una cantina dedicata ai vini dell'Ossola. Fondi saranno anche destinati all'allestimento del museo Cà regia, struttura data in comodato d'uso al Comune."Camminare nella storia" è invece quella parte del progetto dedicata alla creazione di nuovi itinerari all’interno del borgo storico di Colloro per dare risalto agli splendidi scorci creati dalle architetture contadine, dai muretti a secco incorniciati da boschi e dalla panoramica vista sulla bassa Ossola, dagli affreschi religiosi (ormai per la maggior parte in pessimo stato di conservazione e da recuperare) che si trovano lungo le vie. E Colloro potrebbe essere sede di un Festival triennale incentrato sui temi dell’arte con eventi live di pittura, mostre, installazioni, sculture, arte sociale, in dialogo con il territorio per portare all'attenzione del pubblico le storie, i riti e gli antichi saperi. "Avvolgere l'intero paese in una progettualità complessiva coerente è lo sviluppo che ci auspichiamo; il Festival si potrebbe evolvere sviluppandosi sui 3 diversi comuni e puntando su forme d’arte differenti: il Comune di Malesco ha già all’attivo un Festival cinematografico dedicato ai cortometraggi (Malescorto) mentre il comune di Beura potrebbe ospitare iniziative legate alla scultura e all’utilizzo artistico della Beola", si legge nel piano.
Riqualificazione e riallestimento della biblioteca comunale, laboratori professionali dedicati alle tecniche di costruzione rurale (in particolare sui muri a secco, riconosciuti dall'Unesco come patrimonio immateriale dell'Umanità), il recupero dei terrazzamenti e delle antiche coltivazioni, il recupero di un mulino ad acqua, la realizzazione di eventi legati alla filiera agro-alimentare e al rilancio degli itinerari in ValGrande (assieme a Beura e Malesco), la creazione di un parco avventura, un progetto di mobilità sostenibile, le iniziative alle quali l'Amministrazione di Premosello è chiamata ora a dare il via.

Domani (ore 21) al Circolo di Colloro lo "spiegone" dell'Amministrazione alla cittadinanza.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.